Serie A: Genoa, un momento difficile

Seria A: Genoa, momento difficile

Genoa: forte contestazione dei tifosi rossoblu

È un periodo molto teso in casa Genoa, dove i tifosi hanno annunciato da tempo una contestazione nei confronti della società di serie A mettendo il presidente Preziosi sul banco degli imputati.

Dai supporter genoani viene infatti ritenuta lampante l’assenza di un progetto di medio-lungo termine, con una politica di auto-finanziamento che porta i rossoblu ogni anno a rinunciare ai loro pezzi pregiati, giocatori esplosi con la maglia genoana ma da sacrificare sull’altare del mercato per far tornare i conti.

Gli ultimi risultati deludenti, per non dire disastrosi, ottenuti dal Grifone nelle ultime giornate di campionato hanno fatto il resto: alla sconfitta di Pescara per 5-0 che era costata la panchina a Juric (ritenuto dai tifosi peraltro il meno colpevole) è seguito l’insediamento in panchina dell’esperto tecnico Mandorlini che aveva ottenuto un promettente pareggio nella sua prima gara in rossoblu.

Aria tesa dai vertici fino al campo in casa Genoa

Purtroppo a gettare ulteriore benzina sul fuoco già acceso negli animi irrequieti dei tifosi genoani è arrivata anche la sconfitta nel campionato di serie A nel derby della Lanterna, con il gol di Muriel che pare avere affossato qualsiasi speranza di rivincita e di ripresa da parte dello storico club guidato da Enrico Preziosi.

Proprio verso quest’ultimo sono rivolti i peggiori strali da parte della curva genoana, che lo ha esortato più volte a cedere il timone della squadra ad acquirenti intenzionati ad investire ed a costruire una squadra con un’ossatura stabile nel corso del tempo.

Proprio per proteggere i giocatori e l’allenatore da questa aria negativa Preziosi ha deciso di mandare la squadra in ritiro in una non precisata località milanese, evitando così a tutti i componenti di assistere alla preannunciata contestazione dei tifosi che si sarebbe dovuta svolgere durante l’allenamento inizialmente previsto al centro sportivo di Pegli.

Una decisione tesa a tranquillizzare l’ambiente scosso dopo la sconfitta nel derby.

Genoa, una giornata di campionato importante

La decisione di sottrarre la squadra alle critiche dei tifosi a fatto storcere il naso a molti di questi ma non al tecnico Andrea Mandorlini che pare aver recepito quali sono in realtà le intenzioni da parte del patron del club.

L’allenatore, in conferenza stampa, ha infatti assicurato che non si è trattata di una fuga del team dalle proprie responsabilità e dalle contestazioni che sarebbero avvenute presso il centro sportivo.

Piuttosto il presidente ha cercato di tranquillizzare tutto l’ambiente con una scelta che è stata comunque presa insieme a tutte le componenti della squadra e che è stata quindi accettata da tutte le parti.

Il ritiro, ha aggiunto Mandorlini, è stato inoltre un ottimo metodo per stare più tempo insieme e la visita in albergo da parte di Preziosi è stato un segnale rassicurante di notevole importanza soprattutto per i calciatori.